Benvenuti nel sito della cooperativa GSH
 
Ogni pagina è divisa in tre parti:
  1. contenuto della pagina
  2. parte superiore della pagina, dove sono presenti i link per la modifica della grandezza del carattere, il link per la ricerca all'interno del sito, il link per l'accesso all'area riservata e i link per accedere al sito in altre lingue (oltre all'italiano è presente anche l'inglese)
  3. menù di navigazione destro
  4. menù di navigazione sinistro
  5. menù di navigazione a fondo pagina
Queste tre parti si presentano sempre nella stessa sequenza in ogni pagina e sono identificate da un tasto di accesso rapido per essere lette/ascoltate da un lettore testuale.
  • per accedere al contenuto della pagina i tasti alt t
  • per accedere alla parte superiore del sito premere i tasti alt s
  • per accedere al menu di navigazione destro premere i tasti alt 1
  • per accedere al menu di navigazione sinistro premere i tasti alt 2
  • per accedere al menu di navigazione presente a fondo pagina premere i tasti alt 3

Questo consente una rapida e agevole navigazione da parte di chi utilizza un lettore testuale,
in modo che non debba essere obbligato ad ascoltare tutto il testo di una pagina per accedere al menù,
o viceversa sia costretto ad ascoltare tutte le volte lo stesso menu prima di poter accedere al contenuto della pagina.
 
 

ORTO BIOLOGICO

L'orto della Cooperativa si trova  sul territorio del Comune di Coredo; i prodotti biologici coltivati dagli utenti con l'aiuto degli educatori e di alcuni volontari sono certificati ICEA e vengono venduti direttamente ai privati e/o presso la Cooperativa "La Minela" di Cles.
La cura delle piante presenta delle caratteristiche peculiari, utili anche con i disabili più gravi. La campagna ha da sempre offerto ai meno abili un ambiente tollerante e creativo.
Le attività svolte comprendono la cura del giardino e la coltivazione dell'orto.
Le piante consentono agli utenti che se ne occupano di esercitare su di esse il loro controllo; tale opportunità permette loro di entrare in contatto con un microcosmo  (quello delle piante) e di assistere a tutte le fasi dalla nascita, la crescita e infine la morte. L'orticoltura e il giardinaggio si prestano molto al lavoro di gruppo, alla manipolazione e alla manualità, al lavoro all'aria aperta e all'interazione con l'ambiente. L'ortoterapia propone un percorso riabilitativo mirato, differenziato in base al tipo e al grado di disabilità, stimolando l'attività motoria, sensoriale e psichica degli utenti affetti da patologie diverse.
Agli utenti vengono proposte attività di facile svolgimento, i cui obiettivi sono raggiungibili in un  breve lasso di tempo cosicché possano vedere il risultato finale: un qualcosa di concreto che dia loro soddisfazioni e gratificazioni. In particolare l'utente, riuscendo nel suo lavoro all'orto avrà un input positivo per la sua autostima, e sarà stimolato a fare di più e a mettersi in gioco.
La metodologia utilizzata prevede una riunione del gruppo educatori- utenti ad inizio giornata dedicata all'attività di orticoltura, quale momento fondamentale per l'avvio dei lavori manuali ma, soprattutto, come punto d'incontro per la collaborazione e il confronto che si viene delineando fra gli utenti: è in quella sede che ognuno esprime i propri interessi per la scelta del lavoro da svolgere e cerca il consenso per il lavoro proposto dividendo il carico della responsabilità nella realizzazione, unita a una continua ricerca d'interazione nel momento dell'esecuzione.
Il gruppo che si occupa dell'orto si cura di:
+ Smuovere la terra
+ Togliere le erbacce
+ Concimare
+ Piantare, seminare o trapiantare
+ Innaffiare
+ Controllare la crescita delle piante e la maturazione degli ortaggi.
Naturalmente i compiti si differenziano di volta in volta anche in base alla esigenze stagionali.  Per determinate operazioni, quali la semina, la concimazione ecc. sono utilizzate delle schede esemplificative, nelle quali attraverso chiare sequenze sono dimostrate le suddette fasi.
È molto importante la parte teorica, come supporto a quella pratica, per riuscire a creare un percorso che rimanga impresso agli utenti aiutandoli a memorizzare
e a capire, permettendo inoltre un'alternanza tra il lavoro pratico e quello teorico, diversificando le attività.
  84_IL GIARDINO SUL LAGO84_GIARDINO SUL LAGO