ARCOBALENO

CHE COS’È?

Il Centro occupazionale Arcobaleno, sito nel Comune di Romeno, si trova al terzo piano, raggiungibile con ascensore, di una struttura polifunzionale di proprietà del Comune.
Le attività proposte sono volte all’acquisizione di abilità fino e grosso motorie, abilità cognitive per la gestione delle fasi di lavorazione e allo sviluppo del sé, attraverso l’implementazione di semplici attività occupazionali.

 

A CHI È RIVOLTO?

Il servizio si rivolge a:

  • Persone maggiorenni che, a conclusione dell’iter scolastico, non presentano i requisiti necessari per l’accesso al mondo del lavoro, nemmeno attraverso gli strumenti di mediazione individuati delle politiche del lavoro.
  • Persone dotate di abilità lavorative di base che necessitano di ulteriore supporto per l’acquisizione di ulteriori strumenti necessari per l’ingresso nel mondo produttivo, preceduto da esperienza di stage supportati dal servizio Formazione Individualizzata al Lavoro di GSH.
  • Persone assunte presso enti pubblici o aziende private, che necessitano di un continuo supporto per mantenere abilità che nel proprio ambiente lavorativo non possono essere sviluppate.
  • Persone che hanno concluso il loro iter lavorativo per ragioni d’età o per perdita di alcune abilità necessarie per lo svolgimento della mansione richiesta.

Requisito minimo per l’accesso al servizio è il possesso di abilità manuali e competenze cognitive di base per lo svolgimento delle lavorazioni previste.
Alcuni utenti dei Centri socio educativi, vengono inseriti presso il Centro Arcobaleno, al fine di aiutarli a sviluppare l’identità adulta per mezzo della terapia occupazionale.
Inoltre, qualora gli utenti sviluppino sufficienti livelli di abilità, si può prospettare un passaggio al Laboratorio per l’acquisizione dei prerequisiti lavorativi Roen, dove sono richieste maggiori capacità lavorative e gestionali.

 

QUANTO COSTA?

La retta viene determinata con provvedimento della Provincia; la compartecipazione alla spesa per il cittadino varia in base al reddito ed alla situazione patrimoniale.

 

COSA ASSICURIAMO – STANDARD QUALITÀ

  • Accessibilità al servizio. Il Centro è aperto dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 16.00 e il venerdì dalle 8.30 alle13.30. La frequenza al Centro è settimanale con possibilità d’orari personalizzati in funzione delle esigenze dell’utenza e da quanto previsto dagli organi territoriali che si occupano del caso specifico.
    Al Centro è possibile accedere attraverso i servizi sociali territorialmente competenti. Successivamente alla richiesta viene avviato un percorso di reciproca conoscenza finalizzato ad instaurare una relazione significativa, alla ricerca delle condizioni per un adeguato inserimento della persona con disabilità ed all’elaborazione di un progetto riabilitativo/educativo individualizzato con il coinvolgimento del diretto interessato e dei suoi familiari.
    La presa in carico può prevedere l’accesso anche ad attività gestite all’interno della Cooperativa GSH, in funzione delle necessità espresse nel Piano di Intervento Educativo Individualizzato.
  • Piano di Intervento Educativo Individualizzato. La presa in carico della persona nasce da un’attenta valutazione delle sue caratteristiche e potenzialità e delle capacità lavorative (va quindi oltre l’etichetta legata al tipo di disabilità). Per ogni utente viene elaborato un progetto educativo individualizzato, il cui monitoraggio avviene ad opera dell’educatore di riferimento, con il supporto del Responsabile di Servizio e di consulenti specialisti, all’interno della settimanale Riunione d’equipe. Il progetto educativo viene periodicamente verificato e rinnovato, al fine di rivedere l’andamento complessivo, osservarne l’efficacia e ridefinirne gli obiettivi lavorativi ed educativi.
  • Valutazione personalizzata delle abilità in ingresso. È previsto un’iniziale periodo di prova, che permette all’educatore di riferimento e al Responsabile di Servizio, di valutare, per mezzo di un’apposita scheda, le abilità della persona con disabilità.
  • Diversificazione delle attività. L’attività occupazionale costituisce parte pregnante del servizio e viene organizzata e supervisionata dal Responsabile di Servizio e in collaborazione con il Referente commerciale per l’area lavoro che reperisce le commesse di lavoro, programma le attività di vendita sul territorio, collaborando anche con ditte e negozi.
    La programmazione delle attività lavorative tiene sempre conto dell’utenza e dei propri bisogni;
    l’organizzazione delle altre attività è piuttosto variabile, poiché l’aspetto pratico e manuale è sempre prioritario. Tuttavia sono previste attività volte allo sviluppo e al consolidamento delle autonomia personali e sociali.
    Le attività ludico-ricreative si concretizzano invece in:

    • attività volte all’attivazione motoria, avvalendosi anche di strutture esterne al Centro e attività in rete (ad esempio gruppo sportivo);
    • attività espressive come la teatroterapia per un lavoro di conoscenza di sè;
    • attività volte alla conoscenza del contesto lavorativo locale e delle relative dinamiche, attraverso visite guidate nelle aziende;
    • attività volte ad accrescere e alimentare le conoscenze culturali e artistiche, attraverso visite guidate presso musei e mostre.
  • Le lavorazioni. La Cooperativa, dopo l’apertura dei due Centri occupazionali e successivamente del Laboratorio, ha costruito un sistema interno, tale da consentire agli utenti seguiti di sperimentarsi con tempi, compiti e responsabilità simili ad un ambiente di lavoro reale, il tutto finalizzato all’acquisizione e mantenimento di abilità pratico-manuali e relazionali. Le lavorazioni rappresentano il fulcro dell’attività, dando modo agli utenti di acquisire competenze legate anche alla gestione del tempo, garantendo le consegne del prodotto come nel mondo lavorativo reale.
    Tipologie: Possono essere distinte due tipologie di lavorazioni: “contoterzi” per aziende e altre cooperative (ad esempio assemblaggio, realizzazione e confezionamento di prodotti, imbustaggio, ecc.), o di tipo “artistico”, ovvero la realizzazione di oggettistica varia.
    In particolare il Centro occupazionale Arcobaleno si occupa della realizzazione di manufatti in feltro, fimo e piccoli gioielli e di oggettistica personalizzabile per ogni occasione (matrimoni, comunioni, battesimi, lauree, anniversari, personalizzazioni con loghi di aziende, bar, ristoranti e tanto ancora). Nel periodo natalizio vengono inoltre creati pacchi dono, acquistabili da privati o aziende su semplice ordinazione.
    Una mattina in settimana è dedicata all’attività di autonomia domestica per stimolare all’acquisizione di competenze nella preparazione di una pietanza.
  • Ritmo lavorativo modulare. Le attività sono organizzate tenendo conto delle capacità, necessità e bisogno degli utenti. In particolare nei Centri occupazionali sono previste della pause nel corso dell’intera giornata.
  • Comunicazione con le famiglie. Le comunicazioni con le famiglie si mantengono con costanza. In caso di emergenze la famiglia viene contattata immediatamente da parte dell’educatore o dal Responsabile di Servizio.
  • Incontri con le famiglie. Viene effettuato almeno un incontro annuale con le famiglie in occasione della stesura di un nuovo Piano di Intervento Educativo Individualizzato, per confrontarsi rispetto agli obiettivi e al percorso svolto. Si condividono obiettivi, problematiche, proposte e interrogativi, un momento di scambio tra servizio, famiglia e servizio sociale.
  • Gestione dei servizi particolari alla persona:
    • Attenzione all’ascolto. Gli educatori sono sempre a disposizione degli utenti per un confronto o un semplice ascolto, al fine di instaurare un rapporto empatico.
      Al bisogno sono inoltre previsti dei momenti d’ascolto personalizzati ove il Responsabile di Servizio si mette a disposizione per raccogliere informazioni personali dell’utente, stati d’animo, interessi particolari del periodo o eventuali momenti di sconforto.
    • Integrazione con la comunità locale. La fruizione dei pasti presso ristoranti, mense e pizzerie della zona permette una maggior integrazione con la realtà locale in cui è inserito il centro, ciò permette agli utenti di vivere un contesto normalizzante, in cui promuovere il proprio lavoro.
      Gli utenti hanno la possibilità di prendere parte alle fiere e mostre allestite con i prodotti da loro confezionati, in modo da poter promuovere il proprio lavoro, ricavandone soddisfazione professionale e personale allo stesso tempo.
    • Animazione scuole. Negli ultimi anni sono stati programmati diversi progetti con le scuole del territorio, al fine di promuovere l’integrazione degli utenti all’interno del contesto di appartenenza.
    • Relazione in gruppo ed interiorizzazione delle regole sociali. L’opportunità di interagire nel contesto di un gruppo consente a ciascuno di sperimentare la vita comunitaria, il rispetto delle esigenze altrui, la condivisione di ciò che si è preparato e permette una maggior interiorizzazione di quelle che sono le regole sociali della buona convivenza.
      Inoltre sviluppa il senso di attenzione per l’altro e l’instaurarsi di relazioni di amicizia.
    • Laboratorio di cucina. Presso il Centro, viene svolto un laboratorio di cucina, nel corso del quale gli utenti, con il supporto costante dell’educatore, si possono sperimentare con le mansioni legate alla preparazione del pasto, acquisendo e consolidando le proprie capacità di autonomia in tale ambito.
  • Partecipazione alle Vacanze soggiorno. Si propone agli utenti del Centro occupazionale, salvo situazioni particolari, di prendere parte ai soggiorni estivi ed invernali, della durata settimanale, organizzati dal servizio interno della Cooperativa, di cui si trova scheda dettagliata nelle pagine successive.
  • Servizio di trasporto. La Cooperativa ha a propria disposizione un parco automezzi in grado di trasportare gli utenti anche con le maggiori disabilità in quanto dotati di dispositivi idonei.
  • Attività in rete. Anche il Centro occupazionale Arcobaleno, come gli altri servizi della Cooperativa, partecipa alle attività in rete.
  • Sistema di gestione integrato. Anche il Centro occupazionale Arcobaleno, come gli altri servizi della Cooperativa, ha ottenuto le certificazioni UNI EN ISO 9001, SA 8000 e OHSAS 18001.

 

CHE COSA OFFRE?

All’interno della struttura vengono svolte attività di laboratorio, artistico-espressive, cognitivo e di socializzazione, mirate al raggiungimento di una migliore autonomia personale e sociale, al mantenimento delle abilità scolastiche e del livello culturale raggiunto.
L’organizzazione del servizio prevede l’inserimento della persona, in base al progetto individualizzato, in uno dei gruppi di lavoro e lo svolgimento delle attività educative e occupazionali, con l’obiettivo di acquisire o migliorare le abilità grosso motorie e fino motorie in loro possesso.
Il Centro occupazionale è caratterizzato, quando possibile, dalla temporaneità dell’inserimento della persona con disabilità ed è quindi concepito come luogo di mantenimento di quelle abilità che, se sviluppate, prevedono il trasferimento dell’utente presso il Laboratorio per l’acquisizione dei prerequisiti lavorativi Roen.
A tal fine il servizio di Centro occupazionale:

  • lavora in rete con altre azioni formative e di politica del lavoro;
  • mantiene una stretta collaborazione con il sistema dei servizi socio assistenziali, sanitari e del mercato del lavoro locali al fine di una progettazione degli interventi globale, unitaria e condivisa;
  • è fortemente integrato con il tessuto sociale locale tale da garantire una reale integrazione sociale oltre che lavorativa della persona disabile;
  • è fortemente interconnesso con il sistema produttivo ed economico locale dal quale riceve commesse ed al quale fornisce forza lavoro.

In particolare il servizio offre una serie di possibili attività suddivise in:

  • attività pre-lavorativa e lavorativa (assemblaggio contoterzi di bassa e media difficoltà, lavori artigianali quali oggettistica).
  • attività ludico-ricreative (visite ricreative e culturali, teatroterapia, gruppo sportivo, ecc.) per la cui descrizione si rimanda alle pagine seguenti.

 

COME AVVIENE IL REPERIMENTO DELLE COMMESSE E LA PUBBLICITÀ DEI PRODOTTI?
Il Referente commerciale per l’area lavoro segue la parte commerciale, contatta aziende e cooperative in base alle necessità lavorative, aprendo contatti su tutto il territorio provinciale. Per quanto riguarda l’oggettistica, oltre ai contatti diretti con la clientela presso i centri, molte sono le mostre e le fiere alle quali la cooperativa partecipa, espone e vende i propri prodotti.

 

COSA VUOL DIRE ACQUISTARE UN “MANUFATTO GSH”?
Gli oggetti realizzati presso i Centri Occupazionali e il Laboratorio sono prodotti unici, originali ed esclusivi; non solo perché curati nei dettagli e pensati per una clientela esigente, ma anche perché realizzati con orgoglio e motivazione dei nostri utenti.
I manufatti GSH mirano a valorizzare il lavoro di persone con disabilità fisica e psichica, permettendo ad esse di essere parte integrante della collettività e della comunità in cui vivono. Il lavoro quotidiano, supportato dagli educatori, mira a normalizzare la vita di queste persone, che realizzano qualcosa di apprezzato dal cliente.

Page Reader Press Enter to Read Page Content Out Loud Press Enter to Pause or Restart Reading Page Content Out Loud Press Enter to Stop Reading Page Content Out Loud Screen Reader Support